Avviare nel 2022 il Piano Nazionale di Domiciliarità Integrata

28 Settembre 2021

La proposta del Patto per la Legge di Bilancio

Il Patto ha elaborato la proposta di un Piano Nazionale di Domiciliarità Integrata per gli anziani non autosufficienti, da avviare nel 2022. Il Piano inizia la costruzione dei nuovi servizi domiciliari di cui l’Italia ha bisogno e permette di fornire migliori risposte ad anziani e famiglie. Le azioni da compiere per introdurlo consistono nel cambiare il modello d’intervento dell’Adi (Assistenza domiciliare integrata, delle Asl), nello stanziare maggiori risorse per il Sad (Servizio di assistenza domiciliare, dei Comuni) e nel realizzare risposte integrate.

Il Patto ritiene necessario rafforzare l’intera filiera dei servizi: domiciliari, semi-residenziali e residenziali. Gli investimenti del PNRR e le recenti normative concentrano i nuovi stanziamenti per la non autosufficienza sugli interventi a domicilio: il loro utilizzo è in via di definizione. Adesso è, quindi, il momento di presentare una proposta per la domiciliarità.

La sintesi
La proposta
L’Allegato tecnico 1 – I servizi domiciliari in Italia
L’Allegato tecnico 2 – Cosa prevede il PNRR
L’Allegato tecnico 3 – Sad anziani: diventi livello essenziale