. Obiettivi

mission

Una risposta concreta per gli anziani.

Le richieste della società civile e la capacità di ascolto delle istituzioni hanno portato a prevedere, nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), la riforma dell’assistenza agli anziani non autosufficienti in Italia. Si tratta di un risultato storico, poiché questa riforma è attesa dalla fine degli anni ’90, ma è unicamente un punto di partenza, perché solo la sua elaborazione mostrerà l’effettiva capacità della riforma di rispondere alle esigenze degli anziani non autosufficienti e delle loro famiglie.

In sintesi, l’occasione è imperdibile, ma l’esito è tutt’altro che scontato. Per questo le organizzazioni della società civile hanno deciso di rinnovare l’impegno già messo in campo per il PNRR. E di farlo, ancora, a partire da due presupposti: unire le forze e approfondire i contenuti.

Nasce da questi presupposti, nel mese di luglio 2021, il “Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza”, un’ampia coalizione sociale nata al fine di valorizzare al meglio l’occasione storica offerta dalla riforma nazionale dell’assistenza agli anziani non autosufficienti in Italia, prevista dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). Il Patto, dunque, elabora proposte operative per il disegno della riforma e le promuove presso il Governo, il Parlamento e la società civile. Il Patto formula anche proposte – come quella qui presentata – per le azioni transitorie, compiute prima dell’approvazione della riforma. Infatti, la coerenza tra la sua preparazione e gli interventi, nel frattempo, messi in campo rappresenta un elemento decisivo per il successo del percorso di cambiamento.

Il Patto è stato costituito dalle realtà sociali che hanno proposto l’introduzione della riforma nel Pnrr e che si sono intensamente battute per il raggiungimento di questo obiettivo, trovando ascolto da parte delle Istituzioni. Lo compongono attualmente 44 organizzazioni, che rappresentano gli anziani non autosufficienti, i loro familiari, i pensionati, gli operatori del welfare e i gestori dei servizi, affiancate dal Network Non Autosufficienza per il coordinamento scientifico. Il Patto è nato il 20 luglio 2021 e si scioglierà al momento dell’approvazione della riforma.

obiettivi

Progetti operativi per la riforma.

Il “Patto” riunisce 44 organizzazioni che hanno i seguenti obiettivi:

  • Elaborare proposte operative per il disegno della riforma dell’assistenza agli anziani non autosufficienti in Italia, prevista nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), che permettano di valorizzare al meglio questa occasione storica.
  • Promuovere le proposte presso il Governo, il Parlamento e la società civile affinché siano introdotte nella riforma.